Altre recensioni della zia Lou!

Ehilà, salve gente =)

Ormai aggiorno questo blog solo per pubblicare le mie recensioni 😛 non ci posso far nulla, non mi va di scrivere altro =)

Allora..vi lascio alle due nuove recensioni, a presto!!!

L’ombra della verità di Karin Slaughter

Il corpo di una prostituta giace inerme in un lago di sangue; la violenza carnale e le sevizie subite hanno sfogo in un unico gesto che spiega da solo quanto la vittima abbia sofferto: la lingua le è stata brutalmente strappata.
Sulla scena accorre la polizia di Atlanta e, in particolare, del caso se ne occupa l’agente Michael Ormewood; il quale non potrà dirsi propriamente felice quando gli verrà affiancato l’agente speciale Will Trent del Georgia Bureau of Investigation. Tuttavia, l’aiuto del tranquillo energumeno quale è Will Trent pare indispensabile, soprattutto dopo che la vicina quindicenne di Ormewood viene trovata morta a casa di lui con la lingua tagliata di netto.
Questo romanzo è fantastico e mi ha solo confermato la bravura della Slaughter nello scrivere ottimi thriller che sanno come tenere il lettore col fiato sospeso, pur sapendo da prima dei protagonisti chi sia il colpevole e come siano andate realmente le cose. Forse è anche questo il suo punto di forza: il fatto che al lettore vien voglia di urlare al povero Trent o all’agente Polanski di guardarsi le spalle da……beh, non posso dirlo 😉
Lo stile di Karin Slaughter secondo me è spettacolare, la lettura è scorrevolissima e piacevole e non ci si annoia mai, nonostante le mille informazioni da cui viene bombardato il lettore.
Questo romanzo è vivamente consigliato agli amanti dei thriller, soprattutto a coloro i quali stiano cercando un autore (in questo caso, autrice) in grado di descrivere scene raccapriccianti e di una violenza inaudita, con una facilità e una spensieratezza senza paragoni.
Ho già letto anche il secondo della Slaughter (purtroppo, prima di “L’ombra della verità”) e senza ombra di dubbio leggerò anche il terzo!

Oltre lo specchio di Giorgio Guaiti

La copertina cita “Una finestra su Milano fra XX e XXI secolo”….e questo libro è davvero una finestra su quella Milano ai più sconosciuta; o forse ben conosciuta ma mai presa seriamente in considerazione dai quotidiani. Mi verrebbe da dire, vagabondando con la mia mente, che questo libro raccoglie fatti di ordinaria quotidianità e proprio per questo a modo loro speciali, unici e di grande rilevanza…almeno per noi “comuni mortali”.

Giorgio Guaiti, giornalista per “Il giorno”, scrive con pungente ironia di tanti temi, ognuno dei quali risulta essere parte di uno spaccato di vita; il risultato di questa (se così vogliamo chiamarla) raccolta di articoli, è un’acuta e sarcastica osservazione della società milanese e, più genericamente, della società tutta.

Se mi è piaciuto? Diamine, sì! Ho trovato questo libro assolutamente realistico (ed è quello che è, infatti) e molti articoli mi hanno fatta riflettere; spesso mi hanno fatta sorridere amaramente, facendomi pensare che dietro all’ironia di quelle parole così accuratamente scelte, spesso si cela un mondo che non è così distante da noi, dai nostri ritmi frenetici e dalla nostra società moderna……moderna di nome, anche se non sono così sicura lo sia anche di fatto.

Gli articoli sono suddivisi in capitoli, ognuno dei quali si occupa di un certo tema:
– In casa
– In strada
– Al lavoro
– A scuola
– Al bar (e dintorni)
– Per sport
– In ferie
– Il progresso tecnologico
– A parole
– La città

La lettura non risulta mai noiosa e questo penso sia dovuto proprio alla sottile ironia presente in ogni articolo, nonchè alla “vicinanza” dei temi trattati: per intenderci, nonostante l’ironia, non avrebbe avuto lo stesso effetto se gli articoli avessere parlato di fisica quantistica! Ognuno di noi può sentirsi chiamato in causa in ognuno degli articoli. Leggere questo libro è stato anche meglio che leggere un romanzo: nonostante il filo logico fosse solo legato ai temi dei vari capitoli, la lettura mi ha appassionata, lo stile di Guaiti mi ha rapita, i temi trattati hanno lasciato un bellissimo ricordo nel mio cuore nonché un grande spunto per parecchie riflessioni.

Lettura vivamente consigliata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...