1…2…3…ZAZIE!

Buon pomeriggio a tutti quanti!

Il titolo a questo post sembra un incantesimo, ma in realtà è un modo simpatico per introdurre un altrettanto simpatico social network: per noi libridinosi infatti, è nato Zazie, “il social network che ti permette di creare la tua libreria virtuale, commentare e condividire con altri le recensioni ai libri veri che hai”. Credo sia nato già da un po’, ma se come me non ne eravate a conoscenza, continuate a leggere e vediamo di scoprire qualcosina di più!

Zazie è, appunto, un social network in cui i protagonisti sono i libri e la nostra passione per gli stessi; sinceramente, mi piace molto più di Anobii: lo trovo molto più “solare”, simpatico e accattivante.

Mi sono iscritta ieri e vi racconto quel poco che ho capito 🙂
Per ogni libro che aggiungete alla vostra libreria, avete la possibilità di esprimervi con due “mood” (che io chiamerei anche etichette), ovvero semplici faccine colorate che esprimono se il libro da voi letto fa dormire, è per innamorati, da consigliare, è da brividi, stupefacente, ecc.; Senza titolo-1i mood sono utili agli utenti che ancora non hanno letto i libri della vostra libreria, per capire quando e in che stato d’animo prendere in mano un testo piuttosto che un altro. In più, con altre due immaginette chiamate CDQ (Come-Dove-Quando), potrete dire se secondo voi quel libro è più adatto da leggere in state, autunno, inverno, di notte, di giorno, sul tram, al lavoro, al mare, in bagno, ecc. Naturalmente, per ogni libro è possibile scrivere una recensione, aggiungere delle note personali (ovvero che -credo- restano come promemoria per voi) e indicare se è in lettura, se l’avete abbandonato, finito, se è da consultazione, non l’avete ancora iniziato o se lo volete .

Ultima cosina: i badge! Non saprei tradurvi letteralmente che cosa sono i badge su questa piattaforma, però mi sto divertendo a collezionarli! 😛 ne ho ricevuto uno perchè mi sono iscritta, uno per aver deciso di seguire la mia prima persona, uno per aver aggiunto 10 mood ed un altro per averne aggiunti 30. Sono come dei gagliardetti, delle etichettine colorate che vi premiano; ripeto, non conosco ancora che funzione abbiano, ma mi diverte davvero troppo cercare di ottenerne!

Penso di aver finito 🙂 devo ammettere che l’idea che sia possibile organizzare i libri in base alle sensazioni che questi suscitano mi piace molto, anche se naturalmente tutto è soggettivo. Tuttavia, sono state l’originalità e la grafica accattivante a rapirmi subito: anobii, per esempio, non mi piaceva molto; e goodreads, tutto in inglese, mi dava un gran nervoso. Che io abbia trovato la mia dimensione? Magari sì 😛 spero che sarà anche la vostra (dimensione, intendo): venite a scoprire un social network  pratico e assolutamente da frequentare.

Che dire? Mi auguo di aver suscitato un po’ di curiosità in voi! Nel caso in cui decideste di iscrivervi, mi raccomando: io sono ladytomby …seguitemi!!

Annunci

Il Libraio: le uscite “non ok”

Eccomi qua! Come ieri, ringrazio Il Libraio che, come sempre, mi offre spunti per i miei articoli 🙂

Ieri mi sono dedicata alle “uscite ok”, ovvero quelle che secondo il mio piccolo e modesto parere potrebbero risultare letture interessanti; oggi, invece, mi dedicherò a quelle uscite che hanno attirato il mio sguardo ma che, per un motivo o per un altro, mi hanno delusa.

[per ingrandire le immagini, è sufficiente cliccarvi sopra…si apriranno in una nuova scheda!]

Cosa non va? Ho letto la trama e…cosa?! Non mi sono chiari cinque, sei o sette passaggi! Per carità!


Cosa non va? No no no no! Non ci siamo capiti: l’Antico Egitto non si tocca, zero! É zona offlimits! Lo amo e non tollero queste cose! (magari poi è un romanzo meraviglioso, ma così di primo acchito non lo acquisterei MAI!)


Cosa non va? Il primo: boh, mi sembra un po’ banale; son stufa anche di leggere titoli su apocalissei vangeli vari. Il secondo…mmm…vampiri?…VAMPIRI??? Per carità, basta!


Cosa non va? Devo dire che in sé la trama non è vero che non mi attira; ma c’è un dettaglio che non posso trascurare: “un’edizione della Divina Commedia, anch’essa in ebraico”. É una barzelletta, vero? Sono già rimasta sin troppo delusa dall’ultimo libro che ho letto, incentrato su un mistero contenuto nella Divina…non credo di poter sopportare la presenza di una versione ebraica del capolavoro dantesco.


Cosa non va? Ufffff!!! Anche gli archivi mi hanno un po’ rotto le scatole! Archivi, biblioteche, vangeli e apocalissi varie! (l’unico romanzo che vorrei è “La biblioteca dell’anatomista”, ma è solo uno strappo alla mia regola!)


Ho finito di fare la criticona =) voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con me o qualcuno di questi lo leggereste volentieri?

A domani!

Il Libraio: le uscite ok

Innanzi tutto ringrazio Il Libraio che, come sempre, mi offre spunti per articoli vari e concorre allo svuotarsi progressivo del mio portafogli, sottoponendo alla mia attenzione proposte interessantissime 🙂

Qui di seguito, riporto alcune proposte che ho selezionato, appunto, da Il Libraio di maggio, le quali per un motivo o per un altro, hanno stuzzicato il mio interesse. Spero siano dei buoni consigli anche per le vostre letture!

[per ingrandire le immagini, è sufficiente cliccarvi sopra…si apriranno in una nuova scheda!]

Cosa mi attira: le prime parole, ovvero “thriller esoterico”; per me è come il miele con le api.

 

Cosa mi attira: l’autrice; ho letto un romanzo di Jeanne Kalogridis, “Alla corte dei Borgia”. Mi è piaciuto moltissimo perchè intrigante e anche storico (benchè magari non del tutto veritiero, ma piuttosto romanzato). Leggerei quest’altro romanzo aspettandomi altrettanta bravura nel narrare i fatti e nel coinvolgere il lettore.

 

Cosa mi attira: del primo, sicuramente l’idea di “locali goth, vecchi satanisti gay e combriccole scalcinate”, il tutto condito con un commissario che si nutre di Red Bull. Decisamente lo trovo così decadente da affascinarmi. Del secondo, l’idea di un thriller “futuristico”. E anche la copertina gioca un ruolo decisivo, questa volta.

 

Cosa mi attira: del primo, il titolo. Mi intriga pensare che il Profiler sia l’assassino e non l’agente. E se ho ben interpretato la trama, sarà così. Poi, sicuramente, la trama mi ispira molto. Del secondo, è la trama un po’ insolita e macabra; che posso farci, queste cose mi piacciono e mettono in moto la mia mente per creare qualcosa, magari! (leggi: prendere spunto 😉 )

 

Cosa mi attira: il fatto che parli di pallacanestro; non so se lo comprerò, ma sapere che c’è un libro (che mi sembra anche grazioso) sul mio sport…mi gasa! =)

 


Cosa mi attira: in primis, la copertina. Il fantasy mi piace, inutile nasconderlo. E questo romanzo mi sembra un’alternativa invitante a tutti i vampiri luccicosi e coccolosi che vanno di moda ora.

 

Cosa mi attira: i rimedi naturali della nonna mi hanno sempre affascinata; quando ho visto questi libretti ho deciso che diventeranno miei, in un modo o in un altro!

 

Ho concluso! Commenti?
A domani per le uscite “non ok”…per me, naturalmente!