Editoria “verde”

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, mi sono imbattuta in alcuni stand di Greenpeace. Qui ho avuto modo di prendere e leggere con attenzione il volantino che condivido qui di seguito con voi.

Ecofriendly1

Ecofriendly2

Che ne pensate? Io trovo inaccettabile che certe case editrici non stiano nella categoria “Amici delle foreste”; o almeno “Sulla buona strada”. Non voglio fare la paternale a nessuno, sia chiaro; però, se penso che io nel mio piccolo cerco per lo più di fare scelte eco-sostenibili e poi vedo che grandi case editrici con introiti decisamente superiori ai miei non si sforzano poi molto…se permettete, le scatole mi girano. Io dico: se fai scelte, per così dire, “verdi”, che sostengono l’ambiente…non ti senti migliore? E soprattutto, non pensi che la tua reputazione migliori in maniera esponenziale? Non voglio fare la moralista ecologica del cavolo, ma penso che basti davvero poco per aiutare il nostro pianeta…perché ostinarsi a non farlo?!

Sperando di avervi lasciato uno spunto per le vostre riflessioni, mi auguro che vorrete condividere con me i vostri pensieri. Nel frattempo vi saluto e ci “sentiamo” domani con ottimi consigli per rilassarsi….. =)

Annunci